Escursione in kayak da mare

All'età di quattordici anni praticai per più di un anno il kayak olimpico, presso la Canottieri Comunali Firenze. Poi smisi, per la scarsa costanza che ha caratterizzato la mia vita giovanile.

Nel 2009 ho riscoperto questo fantastico mezzo, nella versione kayak da mare, una vera e propria barca (quantomeno considerata così da chi la governa), il cui impiego è senz'altro accessibile a molti, se non a tutti.

Se ne può fruire nei modi più semplici, quale mezzo ricreativo che permette di estendere il piacere della balneazione con la possibilità di godere della visione della spiaggia dal largo o di esplorare tratti di costa difficilmente o per nulla accessibili da terra.

Ci si può però spingere progressivamente oltre e cimentarsi nella pesca, nell'avvistamento faunistico, fino a utilizzare il kayak da mare in tutto il suo potenziale di mezzo nautico adatto a realizzare spedizioni di più giorni, anche in condizioni meteorologiche impegnative e in ogni caso a stretto e immediato contatto con la natura.

Ovviamente, preparazione, sapienza ed esperienza sono requisiti fondamentali ai fini della sicurezza, anche per gli scopi più semplici, che banali non sono mai.

Negli anni ho conseguito la qualifica di Istruttore Marino presso Sottocosta, la più grande associazione italiana del settore, a sua volta membro della federazione olimpica di riferimento, la FICK, presso la quale sono in seguito divenuto Maestro di Canoa Kayak da Mare.

Allo scopo di dare visibilità alle attività di kayak da mare che condivido con due amici istruttori dell'area fiorentina ho realizzato il sito Toscana in Kayak, che è anche il luogo di incontro per il Gruppo Sportivo Canoa Kayak della Sezione di Firenze e Prato della Lega Navale Italiana (GSCK LNI FI-PO).